Il crostino toscano è così amato e conosciuto che non ha bisogno di presentazioni! Ma forse non tutti sanno che in Toscana ogni famiglia – ed ogni zona! – rivendica una certa autorità sulla ricetta originale. Noi vi proponiamo una ricetta “tradizionale”, dalla quale partire per esplorare le varianti di cui abbiamo parlato qui.

La ricetta della tradizione

Forse non tutti voi sapete che in Toscana ogni famiglia – ed ogni zona! – rivendica una certa autorità sulla ricetta originale. Nessun crostino toscano è mai uguale all’altro!

Per fare i crostini toscani vi serviranno circa 300gr di fegatini di pollo, reperibili in qualunque macelleria o polleria, da acquistare sempre già puliti! Una variante comune soprattutto nel sud della Toscana prevede anche l’aggiunta di 100/200gr di milza di vitello, per dare un sapore più delicato al crostino. Anche se la ricetta tradizionale non prevede la milza (i crostini di milza sono una ricetta della tradizione senese che merita una trattazione dedicata), vi consigliamo di provare entrambe le varianti e poi scegliere quale vi piace di più!

Cottura dei fegatini di pollo per i crostini toscani
Cottura dei fegatini di pollo per i crostini toscani – credits donireewalker

Fegatini di pollo, odori dell’orto, Olio Extravergine Toscano I.G.P., acciughe, capperi, sale, pepe e Vin Santo Toscano sono gli ingredienti chiave per stupire gli amici con un antipasto della tradizione toscana!

Per prima cosa dovrete quindi preparare in una padella antiaderente un soffritto con una cipolla, un mazzetto di odori (una carota, un sedano e qualche foglia di prezzemolo, tritati), un cucchiaio di Olio Extravergine di Oliva toscano I.G.P. ed una noce di burro. Lascerete rosolare tutto a fuoco basso per una decina di minuti finché la cipolla non avrà assunto un bel colore dorato. Quindi aggiungerete i fegatini.

Una volta che i vostri fegatini avranno assunto un colore brunito dovrete prelevarli dalla padella, sminuzzarli con l’aiuto delle forbici, riporli nuovamente in padella, sfumarli con mezzo bicchiere di Vin Santo molto secco (c’è anche chi utilizza vino rosso o bianco) e lasciarli cuocere finché non saranno diventati molto teneri.

Fegatini di pollo cotti
Fegatini di pollo cotti – credits WFIU Public Radio

E per servire procuratevi del pane toscano, tagliatelo a fette, bagnate un lato nel brodo, abbrustolite e spalmate sopra la vostra crema di fegatini!

Trascorsi circa 20 minuti di cottura frullerete un cucchiaio di capperi e tre acciughe dissalate e lo aggiungerete alla pentola, assieme a un pizzico di sale e uno di pepe. Quindi lascerete cuocere ancora un po’ (in totale circa 30/40 minuti) finché il composto non sarà diventato cremoso. Per evitare che si secchi vi consigliamo di aggiungere poca acqua calda alla volta oppure del brodo se desiderate un sapore più deciso.

Quando la vostra crema si sarà raffreddata procuratevi del pane toscano non salato e tagliatelo a fette, bagnate un lato della fetta nel brodo e quindi di abbrustolitele. Sul lato non bagnato dovrete spalmare il vostro paté. Poi, per conservare il crostino toscano, non dovrete far altro che invasettarlo e congelarlo per la prossima occasione. Risultato finale? Ben oltre l’indimenticabile!

Divertitevi a stupire amici e parenti con un classico della cucina toscana!
Divertitevi a stupire amici e parenti con un classico della cucina toscana! – ItalyzeMe CC BY-NC-ND 2.0